Umidità

Igrometri per la misura dell’umidita ambientale e nei materiali.
La misura dell’umidità sui materiali possono essere distruttive, con l’analisi di un campione prelevato, oppure non distruttive, con tecniche a ultrasuoni o di misura capacitiva.
La misura dell’umidità dell’aria, viene normalmente misurata con un termoigrometro con sensori capacitivi di precisione ed espressa in % di umidità relativa. Una tecnica meno usata per la misura dell’umidità dell’aria è il metodo psicrometrico, costituito da 2 sensori di temperatura dei quali uno viene tenuto umido con una garza, e l’atro secco, la differenza della temperatura tra il bulbo secco e quello umido, con opportuni calcoli, determina l’umidità relativa UHR. Lo Psicrometro viene utilizzato come igrometro anche nelle centraline microclima.
Per la misura dell’umidità nei materiali, come quelli edili, il legno, i cereali, i semi o i chicchi nel settore alimentare, viene utilizzata la misura con una temobilancia, oppure l’innovativa misura con sensori capacitivi per un immediato risultato di umidità o contenuto di acqua, senza dover macinare il prodotto come nel caso delle termobilance.